PALAZZO ARDINGHELLI L’AQUILA
Ricostruzione critica di architetture crollate

In questo lavoro si illustra l’intervento realizzato, a seguito del sisma del 2009, per il restauro e il consolidamento degli apparati storico artistici di Palazzo Ardinghelli ubicato nel centro storico dell’Aquila costruito probabilmente su progetto dell’architetto romano Francesco Fontana ed edificato tra il 1732 ed il 1743 per la famiglia di origine fiorentina degli Ardinghelli. L’approccio metodologico ha previsto la classificazione degli elementi artistici in base alla diversa tipologia di materiale costitutivo per i quali sono stati messi a punto criteri specifici di intervento ed è stata effettuata una verifica allo Stato Limite Artistico come previsto dalla direttiva del 2011 per la riduzione del rischio sismico del patrimonio tutelato. Scarica il testo completo >>  Collegamento sommitale >>

RICOSTRUZIONE DI ARCHITETTURE CROLLATE

Palazzo Ardinghelli è inserito in un isolato di forma rettangolare tra via Garibaldi e Piazza S.Maria Paganica che comprende anche palazzo Cappa. I due palazzi hanno una parete in comune sul lato scala lungo nel quale sono presenti incroci murari con connessioni deboli. Inoltre sul lato verso Via Ardinghelli, per un breve tratto, è connesso ad alcuni ambienti , che funzionalmente sono parte del complesso edilizio.

Analisi del danno, dei meccanismi propri degli apparati
storico artistici e della struttura di supporto >>
Analisi del danno parte seconda >>

LOGGIA MONTAGGIO A SECCO